Lo scorso 7 dicembre 2018 è stato firmato il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che sancisce i tempi e le modalità di entrata in vigore dell’obbligo di invio di ordine elettronico tramite il Nodo di Smistamento Ordini (NSO) per gli Enti del Servizio Sanitario Nazionale, i soggetti (anche privati) che ordinano per conto degli enti, i fornitori e gli intermediari.
Il Nodo Smistamento Ordini (NSO) è un elemento cardine del sistema Acquisti Pubblici in Rete,
attraverso cui, a tendere, dovranno transitare tutti gli ordini di acquisto di beni e servizi.
Il decreto prevede che dal 1 ottobre 2019 gli ordini inviati dalle Struttura Sanitarie siano veicolati attraverso un Nodo Centrale (NSO) che dialoga con le altre piattaforme della PA per digitalizzare l’intero sistema degli acquisti pubblici.

CHI

Fornitori
• I fornitori del sistema sanitario pubblico nazionale: dal Farmaceutico e Biomedicale fino ai piccoli fornitori locali di prodotti e servizi
Strutture sanitarie
• Le strutture sanitarie pubbliche: Aziende
Sanitarie, Ospedali, Ambulatori, Laboratori, …

COSA

Tutti gli ordini a cui poi seguirà una fattura elettronica (ordini di acquisto, di comodato d’uso, di riparazione, di apertura conto deposito, di noleggio bene, di fatturazione e ripristino, di prodotti a scorta, di transito occasionale, di fatturazione)

Identificazione dei soggetti:
• Ciascun soggetto deve essere riconoscibile dal sistema attraverso una delle due seguenti modalità:
• Può farlo registrandosi presso NSO (riceve l’identificativo NSO-ID)
• Può farlo registrandosi sulla rete Peppol (riceve l’identificativo: Peppol-ID)
• L’ID del destinatario deve essere riportato sul documento trasmesso

Inserire un contatto telefonico